Dis.Abilitando

Rappresentanti genitori Consulta Handicap Asl 8 Asolo – Montebelluna

Il Codacons prepara il ricorso al Tar contro il “sovraffollamento” a scuola

Posted by Luigi Scarpis su 16 settembre 2009

Il Codacons prepara il ricorso al Tar contro il “sovraffollamento” a scuola

da Superabile

Linea a luttoDalla Calabria sta per partire un ricorso al Tribunale amministrativo del Lazio in favore delle famiglie contro l’aumento del numero di studenti: oltre 30 in alcune classi. Inviati anche i ricorsi per centinaia di precari che hanno perso il posto

CATANZARO – Sono partiti, in concomitanza con l’inizio dell’anno scolastico in Calabria, i primi ricorsi al Tar del Lazio promossi dal Codacons, ai quali hanno aderito centinaia di precari calabresi rimasti senza lavoro a causa dei tagli nella scuola. “Si tratta – spiega il Codacons – di un’azione legale tesa a far riconoscere i diritti dei docenti precari, colpiti dalle recenti disposizioni del ministro dell’Istruzione, Maria Stella Gelmini, che di fatto hanno penalizzato il settore della scuola e la qualità del servizio reso agli studenti e alle loro famiglie, con ripercussioni enormi sul fronte dell’occupazione degli insegnanti. E sempre dalla Calabria – prosegue il Codacons – sta per partire un analogo ricorso al Tar in favore delle famiglie, relativo al sovraffollamento delle scuole. I tagli nel settore, infatti, hanno la diretta conseguenza di far aumentare il numero di studenti per classe. Numero che, per legge, non può superare i 25 alunni in ciascuna aula. Per effetto della riforma Gelmini, invece, si arriva a superare quota 30 studenti”.

Per il Codacons “questo rappresenta un rischio concreto per studenti e insegnanti, legato alla sicurezza delle classi, per le quali la normativa vigente prevede dei requisiti minimi di spazio per ciascun alunno. Per ogni persona presente in aula, infatti, deve essere garantita un’area netta di 1,80 metri quadri nella scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado e 1,96 metri quadri nella secondaria di secondo grado”. L’associazione ha infine “depositato un nuovo esposto a tutte le procure della Repubblica territorialmente competenti per la Calabria e una diffida contro il direttore scolastico regionale. Entrambi gli atti – conclude il Codacons – denunciano i rischi legati al diffondersi dell’influenza A nelle aule della regione in cui si supera il numero di alunni stabilito dalla legge. Al direttore scolastico regionale, il Codacons ha intimato di non approvare la costituzione di classi dalle quali non si evince chiaramente la conformità agli indici di massimo affollamento, consentito sulla base dei metri quadri delle aule”.

A continuare a protestare contro la riforma Gelmini è la Cgil Calabria col segretario generale Sergio Genco che afferma: “Sulla scuola il governo centrale sta facendo un’operazione da macelleria sociale, con provvedimenti messi in atto da un ministro dell’Istruzione che non capisce e che si limita a seguire i dettami del ministro Tremonti”. Il segretario generale della Cgil Calabria si dice perplesso sulle rassicurazioni arrivate nei giorni scorsi da parte del ministero. “Le parole del ministro Gelmini – rimarca Genco – non ci convincono. Si tratta di ammortizzatori sociali che già erano disponibili. Sono delle indennità che potranno solo spostare il problema di qualche mese, ma poi i cinquemila precari calabresi torneranno nella stessa situazione”. Per Genco “la scuola non è un’azienda come tutte le altre sulla quale operare tagli, ma rappresenta la migliore prospettiva per il futuro di un Paese. Invece di togliere risorse da questo settore – insiste Genco – servono finanziamenti per l’edilizia scolastica, la formazione e la ricerca. L’obiettivo del governo, invece è di azzerare la scuola pubblica e gli ultimi provvedimenti vanno in questa direzione”. (msc)

(16 settembre 2009)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: