Dis.Abilitando

Rappresentanti genitori Consulta Handicap Asl 8 Asolo – Montebelluna

Tribunale Anffas. Colonia estiva vietata a disabile, “è discriminazione”

Posted by Luigi Scarpis su 18 ottobre 2009

La piccola Luisa partecipa al bando del proprio comune per una colonia estiva: domanda respinta perché è previsto solo un accompagnatore ogni dieci ragazzi. Il Tribunale Anffas: ricorso al Tar per annullare il bando e al giudice civile per il risarcimento

Bambina_downMROMA – Come spiegare ad una giovanissima disabile che la sua domanda di partecipazione alla colonia estiva del Comune è stata rifiutata “perché minore con disabilità, necessitante di un’assistenza specifica che farebbe venir meno il rapporto 1:10 tra operatore e partecipanti la colonia”?

Non ci sono parole per un caso che lascia ben poca speranza a diritti quali quelli dell’integrazione sociale, della non discriminazione e dell’uguaglianza tra le persone.

L’odissea di questa famiglia e della piccola Luisa inizia qualche mese fa quando il Comune di residenza emana un avviso pubblico per la partecipazione gratuita di 50 minori, di età compresa tra i 13 e i 16 anni, ad una colonia estiva, in cui ad ogni 10 minori corrisponde un accompagnatore. Nell’avviso, il Comune chiede espressamente ai partecipanti di presentare, oltre alla regolare domanda, anche un’apposita certificazione medica che “escluda patologie infettive”. Dopo qualche giorno, la sorpresa: una raccomandata del Comune comunica alla famiglia che Luisa è stata esclusa, “perché – appunto – minore con disabilità, necessitante di un’assistenza specifica che farebbe venir meno il rapporto 1:10 tra operatore e partecipanti la colonia”. Come dirlo a Luisa, è il primo pensiero. Cosa fare, è il secondo. L’avvocato consiglia di impugnare immediatamente sia la comunicazione di rigetto, sia l’avviso pubblico nella parte che contiene il rapporto accompagnatori/minori. Non un semplice ricorso al Tar, ma una causa civile per discriminazione.

L’avvocato poi si rivolge anche al Tribunale dei Diritti dei Disabili e chiede a questo organo di pronunciarsi sia sulle problematiche di diritto amministrativo (il bando pubblico) sia su quelle di diritti civile, sì da poter tutelare la giovane con disabilità. Di fronte al potere amministrativo, il Tribunale consiglia a Luisa, in quanto portatrice di un interesse legittimo, di fare ricorso al Tar, organo sindacato a valutare i vizi di legittimità del provvedimento. Senza impugnare l’atto di fronte al Tar, il provvedimento non può essere annullato e Luisa si vede leso il diritto all’educazione e all’istruzione previsto dalla legge 104/92.

Luisa, tuttavia, si è appellata al giudice civile che, ai sensi della legge 67/2006, “consente di adire il giudice ordinario al fine di assicurare parità di trattamento e di impedire qualsiasi discriminazione praticata in pregiudizio di persone con disabilità” (art.2 comma 1). “In tutti questi casi – si legge sul parere del Tribunale – il giudice può, con decreto in caso di urgenza, negli altri casi con ordinanza, ordinare la cessazione del comportamento pregiudizievole e adottare ogni altro provvedimento idoneo a rimuovere gli effetti della discriminazione”. “Può anche condannare il convenuto al risarcimento del danno” aggiunge il parere.

Ebbene, sentenzia il Tribunale dei Diritti dei Disabili “questo strumento processuale, di natura civilistica, ben si adatta al caso di specie, in quanto ben può Luisa richiedere qualsiasi atto che la protegga da comportamenti di aggressione verso una persona debole quale il disabile”. Il giudice in questo caso può dunque chiedere al Comune la cessazione del comportamento discriminatorio e ordinare l’inserimento di Luisa in graduatoria. Ove non possibile, può poi condannare il Comune stesso al risarcimento del danno.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: