Dis.Abilitando

Rappresentanti genitori Consulta Handicap Asl 8 Asolo – Montebelluna

Convegno nazionale sull’autismo

Posted by Luigi Scarpis su 16 maggio 2010

Il Mattino del 15-05-2010

… primo convegno nazionale sull’autismo…

ANGRI (SA). Oltre 200 tra medici, logopedisti, psicomotricisti, educatori e psicologi si sono dati appuntamento per il prossimo 18 maggio per partecipare al primo convegno nazionale sull’autismo. La location scelta è quella del centro congressi della casa di cura Villa San Giovanni di Angri. L’incontro è organizzato dalla «Fondazione Peppino Scoppa» e dal centro studi e ricerche per le neuroscienze dello sviluppo «Janice e Carl H. Delacato». Relatori saranno il professor Paolo Curatolo, presidente dell’International Child Neurology Association e docente di neuropsichiatria infantile all’università di Roma Tor Vergata, che tratterà di neurobiologia dell’autismo; il dottor Maurizio Elia, che opera all’Oasi dei padri Gesuiti di Troina (CT), responsabile del Who e collaboratore del Centre for Training and Research in Neuroscience, che affronterà gli effetti elettroencefalografici dell’autismo; la dottoressa Paola Visconti, responsabile dell’ambulatorio di autismo all’ospedale Maggiore di Bologna, che interverrà sulle caratteristiche cliniche ed i segni precoci del disturbo dello spettro autistico; il dottor Antonio Parisi, presidente del Centro studi Delacato, che esporrà gli aspetti patogenetici dell’autismo. «L’obiettivo del convegno – sottolinea il dottor Parisi, promotore dell’iniziativa – è quello di preparare la classe medica ad affrontare il problema dell’autismo, alla luce anche delle recenti scoperte». L’autismo è considerato dalla comunità scientifica internazionale un disturbo che interessa la funzione cerebrale. La persona affetta da tale patologia mostra una marcata diminuzione dell’integrazione sociale e della comunicazione. L’incidenza varia da 5 a 50 persone su 10mila, a seconda dei criteri diagnostici impiegati e colpisce prevalentemente i soggetti maschili con un tasso che può arrivare anche ad essere 6, 8 volte superiore rispetto al sesso femminile. Alcuni studi recenti sostengono che la prevalenza dell’autismo sia addirittura maggiore. Circa l’80% delle persone con autismo presenta anche una condizione di ritardo mentale ed almeno il 50% non sviluppa nessuna forma di linguaggio. Spesso sono presenti condizioni cliniche associate di cui la più comune è l’epilessia. L’autismo si manifesta quasi sempre entro i primi 3 anni di vita. «Ancora la malattia non viene diagnosticata prima dei 2 anni di età del bambino – precisa il dottor Parisi – quando i sintomi cominciano ad essere evidenti e non sempre i medici colgono i segnali: basti pensare che solo fino a una decina d’anni fa si riteneva che l’autismo fosse legato ad un difficile rapporto madre-figlio e ciò inevitabilmente comportava anche numerose separazioni tra i genitori». (Ma.De.)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: