Dis.Abilitando

Rappresentanti genitori Consulta Handicap Asl 8 Asolo – Montebelluna

Posts Tagged ‘insegnanti sostegno’

SQuola pubblica a pagamento….incredibile ma vero.

Posted by Luigi Scarpis su 19 settembre 2009

La Repubblica del 19-09-2009

Linea a luttoLa scuola al tempo dei tagli

Debutta l´istruzione fai-da-te

Una preside ai genitori: “Ore di lezione in più? Pagatele voi”. Diktat del ministero ai capi d´istituto “Classi numerose o vi chiederemo il conto per i prof” PALERMO. Scuole costrette a ridurre le attività didattiche per mancanza di personale. Presidi obbligati a scegliere: riempire le classi a dismisura o rischiare di pagare di tasca propria i docenti delle classi con pochi alunni? E genitori chiamati a retribuire personalmente gli insegnanti per qualche ora di lezione in più. I tagli all´istruzione voluti dal governo Berlusconi aprono in città l´anno della scuola “fai-da-te”. Le lezioni sono iniziate soltamto ieri, e già ai problemi di sempre si aggiungono quelli determinati dalla cura da cavallo imposta alla scuola dal ministro dell´Economia, Giulio Tremonti, e dalla collega dell´Istruzione, Mariastella Gelmini. Gli ispettori di Tremonti. «Il direttore dell´Ufficio scolastico regionale, Guido Di Stefano – racconta Roberto Tripodi, presidente dell´Associazione delle scuole autonome della Sicilia e preside dell´istituto tecnico industriale Volta – ha inviato a tutti i capi d´istituto una circolare che preannuncia ispezioni da parte del ministero dell´Economia sulla formazione degli organici». Una misura mai adottata prima, che intende avvertire i dirigenti scolastici perché non scantonino dai limiti per la formazione delle classi imposti dal ministero. «Le prime classi devono avere come minimo 27 alunni – dice Tripodi – e chi non rispetta i parametri del ministero potrà Leggi il seguito di questo post »

Posted in A. scolastico 2009/2010: il dramma continua | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Risarcimento per «danno esistenziale» dopo il taglio delle ore di sostegno

Posted by Luigi Scarpis su 11 luglio 2009

Lo Stato taglia, la Giustizia lo condanna a pagare.

1000euroBARI – Accade in Puglia, dove il Tribunale Amministrativo Regionale (TAR) ha emesso nei giorni scorsi una Sentenza che è senz’altro tra le prime in Italia – se non la prima – a condannare l’Amministrazione Scolastica a un risarcimento per “danno esistenziale”, dopo che erano state dimezzate le ore di sostegno a una bimba con disabilità, nonostante quanto stabilito dalla certificazione dell’ASL. Soddisfazione per il provvedimento espressa dal presidente della FISH Puglia (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap).
Appare particolarmente significativa la Sentenza emessa il 25 giugno scorso dalla Seconda Sezione del Tribunale Amministrativo Regionale (TAR) della Puglia (sede di Bari) nei confronti del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (Ufficio Scolastico Provinciale di Bari), rispetto a quanto accaduto nell’Istituto Circolo Didattico Statale “Armando Perotti”, che ha visto per protagonista una bimba di otto anni con disabilità e la sua famiglia.
Niente di nuovo – purtroppo – per chi ha modo di frequentare con regolarità le nostre pagine: si tratta infatti del “taglio secco” (da 32 a 16) delle ore di sostegno spettanti alla bambina, secondo quanto stabilito dalla certificazione dell’ASL, attestante l’aggravamento della sua condizione di salute. Leggi il seguito di questo post »

Posted in - sostegno | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »