Dis.Abilitando

Rappresentanti genitori Consulta Handicap Asl 8 Asolo – Montebelluna

    Annunci
  • Docenti di sostegno? Nessun taglio

    Intervenendo alla trasmissione televisiva Uno Mattina, il ministro Gelmini ha anche parlato degli studenti disabili e dei docenti di sostegno. Ha smentito, tra l'altro, quanto riportato da alcuni organi di stampa, secondo i quali sono stati fatti dei tagli sugli insegnanti di sostegno. Tale notizia, secondo la Gelmini, è falsa.
  • sQuola a lutto

  • E’ UN’INVENZIONE DELLA STAMPA….

    Il ministro dell’Istruzione Mariastella Gelmini continua però a tranquillizzare che “in Italia c’è un docente di sostegno ogni due studenti disabili e che nei casi di necessità il rapporto è di uno a uno”. “Ci sono state strumentalizzazioni e parecchia disinformazione che hanno prodotto solo un’inutile confusione”, aveva dichiarato pochi giorni fa all’inaugurazione del nuovo anno scolastico nel carcere minorile di Nisida a Napoli. (mt)
  • E’ UN’INVENZIONE DEL TG3…

    Roma, 24 set – Ogni notizia riguardante tagli degli insegnanti di sostegno e’ assolutamente falsa e priva di qualsiasi fondamento. Lo precisa una nota del ministero dell’Istruzione, l’Universita’ e la Ricerca. ”Non e’ vero – spiega la nota – che i docenti di sostegno sono diminuiti ma anzi, gli insegnanti di ruolo sono invece aumentati di 5.000 unita’ in questo anno scolastico. Ancora una volta il Tg3, con un servizio scandaloso di oggi su inesistenti tagli, anziche’ fornire un servizio pubblico fa disinformazione e propaganda politica”.
  • Articoli Recenti

  • Più cliccati

    • Nessuna
  • I vostri commenti …..

    calcoli strutturali su Rette Rsa: le associazioni con…
    wildcat c5 crossbow su L’Assistente all’a…
    fuck me su Rette centri diurni: Famiglie…
    francesco su Rette Rsa: le associazioni con…
    cosimo su DISABILI: BRUNETTA CONTRO PENS…
    Massimo Ugolini su zero commenti….
    mara serena su Consulta : incostituzionale li…
    Angela su Sentenza importante a favore d…
    carmelo su Sentenza importante a favore d…
    Mara Rovo su Rette Rsa: le associazioni con…
    S.M. su Rette Rsa: le associazioni con…
    antonella su Gita scolastica? Paga la …
    giovanni su Consulta : incostituzionale li…
    maria antonietta Soi su Consulta : incostituzionale li…
    maria antonietta Soi su Consulta : incostituzionale li…
  • Blog Stats

    • 44,567 hits
  • Flickr Photos

  • ottobre: 2011
    L M M G V S D
    « Ott    
     12
    3456789
    10111213141516
    17181920212223
    24252627282930
    31  

Compartecipazione alla spesa nelle comunità alloggio

Posted by Luigi Scarpis su 23 ottobre 2011

Il gruppo di lavoro delle associazioni del territorio di Asolo e Montebelluna, insieme alla consulta per l’handicap, hanno organizzato un incontro pubblico tra famiglie e istituzioni per discutere della questione della compartecipazione alla spesa nelle comunità alloggio.

Qui il volantino della serata:
http://www.emergenzautismo.org/content/view/972/2/
————————————————————————————-

http://tribunatreviso.gelocal.it/cronaca/2011/10/21/news/rette-dei-disabili-politici-sotto-accusa-1.1610991

MONTEBELLUNA

E’ cominciata tra le contestazione nei confronti dell’assessore regionale Remo Sernagiotto ed è terminata con il direttore generale dell’Usl 8 che invocava per la politica «un uomo solo che comanda». L’incontro promosso dalle associazioni di volontariato che si occupano di disabilità, svoltosi l’altra sera nell’auditorium della biblioteca comunale, doveva chiarire per quale ragione i disabili gravi siano tenuti a pagare la retta di ricovero calcolata secondo il reddito complessivo familiare. E non, come sostengono fior di sentenze, in base al solo reddito individuale. La discussione si è però subito incendiata, tra una marcata contestazione verso i politici.

L’avvocato Salvatore Nocera ha spiegato la normativa che, pur tra qualche contraddizione, sostiene che le rette vanno modulate secondo il reddito individuale del disabile e non secondo il reddito familiare.

Gli amministratori – l’assessore regionale Remo Sernagiotto, il direttore generale dell’Usl 8 Renato Mason, il vicesindaco di Montebelluna Elzo Severin – hanno sostenuto che purtroppo nelle casse pubbliche non c’è più una lira. A descrivere il quadro il direttore dei servizi sociali Gianluigi Bianchin: nell’Usl 8 vi sono 410 disabili, 90 dei quali gravissimi ricoverati in struttura. Diciotto i Ceod attivi. I Comuni versano 21 euro per abitante all’Usl, circa 5,2 milioni di euro. Il costo di ricovero dei 90 disabili gravi, che pesa in gran parte sulle famiglie, è di 250 mila euro. «Parliamo di un euro per abitante» hanno protestano le associazioni. Ma il direttore generale dell’Usl ha chiarito: «I Comuni non sono in grado di pagare di più e ogni tentativo in questo senso è andato a vuoto. Bisogna cercare di razionalizzare le spese e io credo che vi sia molto spazio per questo». Un ragionamento più ampio ha provato a fare l’assessore regionale Sernagiotto:«Abbiamo 70 mila veneti non autosufficienti, tra vent’anni saranno 300 mila. Bisogna re-introdurre la compartecipazione della spesa dei servizi sociali». Una proposta che ha fatto infuriare i genitori dei disabili, soprattutto di quelli ospitati nei Ceod attualmente gratuiti per le famiglie:«Adesso ci faranno pagare le strutture» hanno protestato. Alla fine, l’impegno a convocare davanti ai sindaci la Consulta delle associazioni e tentare di convincere i sindaci a venire incontro, con un contributo straordinario, alle famiglie che hanno in carico disabili gravi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: